"Erenumab", il nuovissimo farmaco, privo di effetti collaterali, che rivoluzionerà la cura dell'emicrania cronica. Ne parla a Geo su Rai3 il Prof. Piero Barbanti, primario neurologo dell'IRCCS San Raffaele Pisana di Roma, primo Istituto in Europa a utilizzare anticorpi monoclonali (categoria di cui Erenumab fa parte) nel trattamento di una patologia altamente invalidante che in Italia conta ben 2.800.000 soggetti con più di 4 attacchi al mese. "I risultati a un anno" spiega il Prof. Barbanti, "dimostrano che nel 65% dei pazienti si riduce di almeno la metà il numero di episodi. Addirittura c’è un 42% che riduce del 75% il numero di attacchi e un 26% di persone che dopo un anno non ne ha più".

 

Rai 3, Geo. "Erenumab", il farmaco che rivoluzionerà la cura dell'emicrania cronica. Intervista al Prof. Barbanti

Vota questo contenuto