Disabilità in ufficio e in azienda: inserimento lavorativo da obbligo ad opportunità

L'intervento sull’esperienza dell’Unità Spinale del San Raffaele di Sulmona


In occasione della Giornata internazionale delle persone con disabilità organizzato dal Comune dell’Aquila, Special Olympics e le Associazioni Disabili dell’Aquila, è stato previsto un intervento sull’esperienza dell’Unità Spinale del San Raffaele di Sulmona. In particolare la relazione è centrata sulle attività inerenti il reinserimento sociale nel corso della sessione: disabilità in ufficio e in azienda: inserimento lavorativo da obbligo ad opportunità. La tematica è particolarmente sentita poiché, come ricordava A. Rossier, medico e paraplegico, ”le lesioni midollari non solo interrompono l’integrità della colonna, ma compromettono l’intera armoniosa relazione che esiste fra i diversi sistemi funzionali dell’uomo…”. In tale ottica l'US rappresenta un punto di riferimento permanente sia per le persone con lesione midollare sia per le loro famiglie nel percorso che porta al totale reinserimento sociale e lavorativo.
 Nel corso della relazione saranno illustrati i progetti attualmente messi in atto ed i risultati ottenuti:

- training in città. Al fine di rendere autonomi i pazienti durante le comuni fasi della vita quotidiana sono stati previsti percorsi specifici dove il paziente può confrontarsi con la realtà cittadina che di lì a poco si troverà ad affrontare.

- patente no-limit. Grazie ad accordi con più aziende specializzate in  prodotti per la guida ed il trasporto di persone disabili si dà la possibilità ai pazienti di conseguire la patente di guida speciale durante il periodo di ricovero. I pazienti del San Raffaele vengono accompagnati in questo percorso fino all’esame finale presso la competente Motorizzazione Civile.

- prevenzione degli incidenti stradali. In collaborazione con la Polizia Municipale vengono organizzati degli incontri volti alla prevenzione, primo soccorso ed illustrazione delle normative vigenti circa la circolazione su strada dei veicoli adattati. Tali eventi hanno cadenza almeno annuale e sono rivolti agli ospiti ricoverati (specialmente tetraplegici e paraplegici).

- sport e disabilità. In collaborazione con le principali istituzioni locali e regionali nonché con il fondamentale apporto di tutti i volontari (tecnici federali e atleti), ha realizzato un Progetto mirato a dare la possibilità a tutti coloro che sono affetti da disabilità di poter praticare una regolare attività sportiva sotto il diretto controllo di istruttori e tecnici federali affiliati al Comitato Paralimpico Italiano. La sport terapia, in accordo con la ASL, è inserita integralmente nel progetto riabilitativo.

- progetto studio. Attraverso una connessione in videoconferenza o con l’accesso diretto dei docenti dell’Istituto scolastico o universitario il paziente ricoverato può completare il corso di studi.

- programma lavoro. in collaborazione con la Provincia dell’Aquila i pazienti possono frequentare direttamente in Struttura corsi di professionalizzazione in ambito informatico.

- transitional living. Nella fase finale del ricovero, in relazione alla valutazione del Team Riabilitativo, il paziente spinale trascorre le ultime settimane in appartamenti pre-dimissione, organizzati strutturalmente e tecnologicamente per accogliere ospiti con diverso grado di disabilità.

- telepresence robot. L’obiettivo primario perseguito è far partecipare attivamente il paziente ricoverato alle attività di vita quotidiana che prevedono l’interazione con cose e persone, indipendentemente dalla distanza che intercorre tra loro.

Vota questo contenuto
Commenti

Pubblica un commento

Captcha